SCIENCE CAFÈ

CittadiniIl principale obiettivo di LIFE FRANCA è favorire una cultura dell’anticipazione e prevenzione del rischio alluvionale nelle Alpi e preparare la popolazione ad affrontare gli eventi calamitosi, nella consapevolezza che la sicurezza totale non può essere garantita.

Nell’ambito del progetto, parallelamente alle tre mostre, saranno organizzati incontri informali con la cittadinanza sulle tematiche affrontate dal progetto.
I Science Café sono eventi che vengono realizzati in ambienti informali come bar, caffetterie e pub.
Sono eventi gratuiti e aperti a tutti, all’interno dei quali un ricercatore instaura una conversazione con i partecipanti su un particolare tema scientifico.
A differenza delle conferenze e dei seminari che affrontano in modo approfondito un argomento in un ambiente strutturato come aule universitarie o sale congressi, i Science Café avvengono in un’atmosfera semplice e confidenziale, che facilita il dialogo tra pubblico e relatore.

Di seguito maggiori informazioni sui cicli di science cafè connessi alle tre mostre in programma:

Incontri in programma:

VALANGHE

2 maggio 2018, ore 19 MUSE Café

Cosa sono, cosa le innesca, quali sono i segnali premonitori e come possiamo conviverci?
Fenomeni tanto violenti quanto imprevedibili; a tutt’oggi, pur avendo una buona conoscenza dei siti valanghivi e dei meccanismi che le possono generare, non è ancora possibile prevedere con sufficiente precisione quando si staccherà una valanga.
Si deve quindi puntare molto sulle attività di pianificazione, protezione e prevenzione, in modo da ridurre quanto più possibile l’esposizione a rischio di persone e beni.
Per fronteggiare il rischio residuo (non riducibile) è infine fondamentale l’adozione di interventi emergenziali straordinari e di norme comportamentali per l’autodifesa.
Incontro organizzato in collaborazione con il Trento Film festival.

Con Alberto Trenti, Direttore di Meteotrentino dal 2005. Si occupa in particolare di sistemi di allerta meteo, glaciologia, nivologia e rischio idrogeologico.

 ALLUVIONI

16 maggio 2018, ore 18 MUSE Café

Che cosa sono, come si formano, quali sono i segnali premonitori e come possiamo conviverci?
Il pericolo alluvionale costituisce una minaccia attuale per molte località delle Alpi ed anche per il Trentino, caratterizzato da grandi corsi d’acqua di fondovalle e da numerosi piccoli torrenti montani.
Basti pensare che nella scorsa estate si sono verificati ben 26 eventi di piena.
Tra gli eventi alluvionali si considerano oltre l’esondazione dei corsi d’acqua, anche particolari fenomeni denominati colate detritiche, tanto violente e imprevedibili, ma piuttosto diffuse lungo i corsi d’acqua di montagna.

Con Stefano Fait, ingegnere presso il Servizio Bacini Montani. Si occupa di analisi e studio del pericolo e del rischio alluvionale finalizzato alla pianificazione urbanistica, degli interventi di mitigazione e delle attività di gestione degli eventi di piena.

 FRANE

30 maggio 2018, ore 18 MUSE Café

Cosa sono, quali i fattori predisponenti ed innescanti, quali i segnali premonitori. Esistono limiti per una loro efficace previsione?
Crolli, scivolamenti, colate sono fenomeni molto diffusi in un territorio montuoso come le Alpi; la loro presenza ha segnato profondamente il territorio che ci circonda. Ma le conseguenze sono sempre state negative?
Quali sono le possibili strategie di prevenzione per una convivenza accettabile?

Con Paolo Campedel, Geologo presso il Servizio Geologico del Dipartimento Protezione Civile della PAT. Dal 1996 si è occupato di studio, monitoraggio e gestione di frane, cartografia della pericolosità, pianificazione urbanistica. Attualmente opera nella progettazione e messa in sicurezza della rete viaria provinciale.
Evento aderente al  Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018, organizzato in collaborazione con ASVIS – Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile.

Qui il volantino da scaricare.

In vista della seconda mostra LA NATURA IN MOVIMENTO. Difendiamoci dalle alluvioni prevista per Dicembre 2018, il MUSE ospita tre science café per parlare delle strategie per difendersi da frane, valanghe e alluvioni e di come convivere con questi fenomeni.

L’ingresso ai science café è gratuito.
Ecco gli appuntamenti in programma per questo ciclo.

Previsioni e allerta meteo
28 novembre 2018, ore 18 – MUSE Café

Le previsioni meteorologiche sono fondamentali per la gestione di tutti i rischi ambientali, in particolare per la previsione e prevenzione dei rischi idrogeologici: frane, valanghe e alluvioni.
Il monitoraggio e la sorveglianza in tempo reale dei fenomeni meteorologici permettono di gestire gli eventi intensi che potrebbero rappresentare un pericolo per le persone e il territorio.
Come si fa una previsione meteo? Cosa sono gli avvisi meteo e quando scattano le misure di allerta?

Con Alberto Trenti, Direttore di Meteotrentino, Servizio Prevenzione Rischi Provincia Autonoma di Trento

Alluvioni: mappare il pericolo
5 dicembre 2018, ore 18 – MUSE Café

Le carte di pericolosità individuano sul territorio le aree a rischio per la popolazione e per le infrastrutture. Sono lo strumento base per conoscere i pericoli di un territorio e impostare una politica di prevenzione e difesa dai rischi.
Da poco la Giunta provinciale del Trentino ha approvato, per l’area di alcuni comuni della provincia, la Carta di sintesi della pericolosità che comprende le disposizioni normative per l’uso del territorio/ fondamentale per la pianificazione territoriale.
Come si identificano sul territorio le aree a rischio alluvionale?  Come si può definire il grado di pericolosità di un’area? quali sono le conseguenze per le strutture e gli abitanti?

Con Ruggero Valentinotti, Funzionario Servizio Bacini Montani, Provincia Autonoma di Trento

Alluvioni: le opere di difesa
12 dicembre 2018, ore 18 – MUSE Café

Il territorio trentino è caratterizzato da numerosi piccoli torrenti montani e da grandi corsi d’acqua del fondovalle.
Per ridurre i danni causati dagli eventi alluvionali nel corso dei secoli sono state realizzate numerose e diverse opere di sistemazione idraulica.
Queste opere sono distribuite sui principali corsi d’acqua e sui loro affluenti.
Nessuna opera o intervento riesce a garantire la sicurezza totale, ma gli interventi di sistemazione sui corsi d’acqua svolgono l’importante funzione di  mitigare e ridurre il rischio.
Quali e quante opere sono presenti sul territorio? Che funzione svolgono? Come vengono gestite?

Con Roberto Coali, Dirigente Servizio Bacini Montani, Provincia Autonoma di Trento