LABORATORI E ATTIVITÀ EDUCATIVE SPERIMENTALI

LIFE FRANCA ha sviluppato nuovi laboratori e attività educative per far conoscere agli studenti i temi affrontati dal progetto: i rischi naturali, la previsione e prevenzione dei rischi idrogeologici, in particolare il rischio alluvionale, l’idrologia e i cambiamenti climatici.

Aiutaci a sperimentare e migliorare i laboratori educativi!
Le attività verranno proposte gratuitamente a un numero limitato di classi a partire dal 25 Settembre 2017

Per  informazioni e prenotazione contattare dal 4 Settembre 2017 l’Ufficio prenotazioni MUSE:
0461 22 8502 / 848 004 848
prenotazioni@muse.it 
lun, mer e ven   8.30-13.30
mar e gio           8,30-13.30 / 14.30-16.30

Di seguito le attività in programma:
Scopri i pericoli idrogeologici di una valle trentina e costruisci la carta di pericolosità

Laboratorio: approccio educativo IBSE
Durata: 2,5 ore
Target: scuole secondarie di secondo grado

L’attività si pone l’obiettivo di far comprendere:

  • l’importanza della conoscenza del territorio in cui si vive e dei suoi pericoli, ai fini della previsione e prevenzione degli eventi calamitosi.
  • che cosa sono le carte dei pericoli idrogeologici e perché sono lo strumento base per la pianificazione territoriale e la prevenzione dei rischi.

Come mettere in sicurezza il più possibile un territorio? Come individuare le aree a maggiore pericolosità idrogeologica?
Per rispondere a questa domanda gli studenti vengono coinvolti attivamente in un processo di indagine che li porterà a costruire una carta dei pericoli di una specifica area.
L’area da indagare è la Val Rendena, una delle tre aree studio di LIFE FRANCA.

In una prima fase gli studenti lavorano in gruppo e cercano autonomamente di analizzare la documentazione relativa ai dati storici, territoriali e climatici dell’are studiata. In un secondo momento elaborano ed integrano collettivamente i risultati della loro analisi così da individuare le aree pericolose e quelle più sicure.
La carta così “costruita” sarà infine confrontata con la Carta di Sintesi di Pericolosità della Provincia autonoma di Trento, per una verifica e riflessione finale.

QUALCHE INFORMAZIONE SULL’ APPROCCIO IBSE
IBSE è acronimo di Inquiry-Based Science Education, ovvero educazione scientifica basata sull’investigazione.
Durante le attività IBSE gli studenti vengono coinvolti attivamente in un processo di analisi scientifica che parte da una domanda investigabile.
I ragazzi raccolgono dati ed evidenze sperimentali, formulano delle spiegazioni a partire dalle evidenze raccolte ed infine valutano e argomentano le soluzioni proposte.

Per saperne di più, ecco un video realizzato nell’ambito del progetto ISE Inspiring Science Education, che descrive questo approccio all’apprendimento delle scienze:
Vedi il video in lingua inglese

Discuti e individua la migliore strategia per affrontare e gestire il rischio alluvionale.  

Gioco dibattito: format PlayDecide
Durata: 1,5 ore
Target: scuole secondarie di secondo grado

L’attività si pone l’obiettivo di:

  • far conoscere i temi affrontati dal progetto, quali i rischi idrogeologici e le diverse strategie  di previsione e prevenzione
  • accrescere la consapevolezza che ciascuno ha il diritto e la responsabilità di essere informato e avere un’opinione su temi che interessano tutta la comunità.

La gestione del rischio alluvionale non deve essere delegata solo alle istituzioni, ciascuno ha il diritto e la responsabilità di essere informato e partecipare ai dibattiti scientifici che interessano tutta la comunità.
Durante questa attività gli studenti discuteranno in maniera strutturata e informata sul tema del rischio alluvionale e su quali strategie adottare per affrontarlo.
La discussione si basa sul gioco-dibattito PlayDecide, che consente anche a chi non è esperto dell’argomento di formarsi un’opinione e di argomentarla, grazie alla presenza di kit di discussione composti da diversi tipi di carte.
Dati significativi, conoscenze, punti di vista di diversi stakeholder e la descrizione di aspetti controversi daranno agli studenti tutte le informazioni utili per poter dire la loro su come difendersi dagli eventi alluvionali.

QUALCHE INFORMAZIONE SU PLAY DECIDE
Play decide è un “gioco dibattito” durante il quale i partecipanti discutono in maniera strutturata e informata di argomenti scientifici controversi o di attualità che abbiano un interesse rilevante.
Il gioco è nato dal progetto europeo FUND, con lo scopo di promuovere metodi partecipativi e stimolare i cittadini a interessarsi ai temi più controversi del dibattito scientifico.

Per saperne di più su play decide, visita il sito web dedicato:
http://www.playdecide.eu/

Costruisci e sperimenta uno strumento che misura i parametri utili alla previsione delle alluvioni.

Laboratorio: tecnologia Arduino
Durata: 4 incontri da 3,5 ore ciascuno
Target: scuole secondarie di secondo grado

L’attività si pone l’obiettivo di far comprendere:

  • l’importanza del monitoraggio dei parametri idrologici e meteorologici ai fini delle previsione meteo e delle piene per la difesa dal rischio alluvionale
  • che la migliore difesa dai rischi idrogeologici è agire attraverso attività volte al futuro, di anticipazione, previsione e prevenzione degli eventi, piuttosto che di intervento durante o dopo gli eventi calamitosi.

La Protezione Civile effettua un monitoraggio continuo dei corsi d’acqua e dei parametri metereologici al fine di prevedere i fenomeni di piena, allertare in caso la popolazione e gestire gli eventi alluvionali.
Durante questa attività gli studenti costruiscono e testano sul campo uno strumento per misurare i principali parametri dei corsi d’acqua e metereologici correlati alla previsione delle alluvioni.

L’attività è strutturata in 4 moduli: 3 in aula, per descrivere il tema del rischio alluvionale, per conoscere Arduino e costruire gli strumenti di misurazione, e 1 presso un torrente locale, per sperimentare quanto realizzato, misurare i parametri selezionati e paragonare i dati ottenuti con quelli di riferimento, forniti dagli enti preposti.

Foto di Enrico Pretto

QUALCHE INFORMAZIONE SU ARDUINO
Arduino è una piattaforma open-source ideata come strumento per la realizzazione di progetti di elettronica e automazione.
È uno strumento hardware per la prototipazione rapida per scopi soprattutto hobbistici e didattici.
Arduino può collegarsi e interagire con altri strumenti elettronici come sensori, LED, motori, fotocamere, altoparlanti ecc., per creare così dispositivi interattivi.

Per saperne di più su Arduino, visita il sito web:
https://www.arduino.cc/

Conosci i rischi idrogeologici, l’idrologia, la climatologia…con una visione dal globale al locale.

Attività: multimedia MUSE SOS-Science on Sphere
Durata: 0,5 ore
Target: scuole secondarie di primo e secondo grado

L’attività si pone l’obiettivo di far comprendere:

  • i temi affrontati dal progetto, quali il rischio alluvionale, l’idrologia, la climatologia e le strategie di difesa
  • che i rischi idrogeologici fanno parte dell’evoluzione del nostro pianeta. Eliminarli non è possibile, ma si possono affrontare e gestire.

Foto di Enrico Pretto

Quali fattori condizionano il verificarsi delle alluvioni? Quali sono stati gli eventi alluvionali più significativi nel mondo e in Italia? E a cosa si riferiscono i concetti di previsione, prevenzione e gestione del rischio alluvionale?

Grazie a dataset e layer progettati ad hoc o già presenti nell’archivio della SOS è stato creato un percorso concettuale per una discussione alla Sphera che presenta i temi correlati al rischio alluvionale, con una visione dal globale al locale.
Questa attività viene svolta nella galleria espositiva del MUSE Sostenibilità ed Innovazione e utilizza il sistema di multi proiezione SOS, Science on a Sphere.

QUALCHE INFORMAZIONE SULLA SOS
Si tratta di un sistema di proiezione messo a punto dalla NOAA – National Oceanic and Atmospheric Administration (un’agenzia scientifica del governo statunitense) per illustrare il sistema Terra e i fenomeni che lo interessano.
La superficie sferica su cui vengono proiettate immagini, grafici e filmati permette di visualizzare chiaramente le dinamiche dei processi naturali e antropici che interessano il nostro pianeta.

Per saperne di più sulla S.O.S.
https://sos.noaa.gov/What_is_SOS/